Filippine devastate dalla tempesta Tembin: 200 morti

Filippine devastate dalla tempesta Tembin: 200 morti

Filippine devastate dalla tempesta Tembin: 200 morti– Redazione – Si aggrava ulteriormente il bollettino che la tempesta Tembin, nota anche come Vinta, ha lasciato dietro di se, colpendo il sud delle Filippine: si parla di oltre 200 morti ed il villaggio di montagna Dalama, cancellato letteralmente dalla cartina geografica. La forte tempesta tropicale ha colpito l’isola di Mindanao, abitata da 20 milioni di persone con raffiche di vento a 125 Km/h e piogge torrenziali (oltre 140 millimetri in poche ore), provocando una massiccia operazione di salvataggio nel fine settimana. La polizia ha riferito che 150 persone sono rimaste disperse, mentre più di 40mila sono fuggiti nei campi di evacuazione, ma sono almeno 70mila gli sfollati, rimasti senza casa, mentre Tembin si è diretto nel Mar Cinese Meridionale. “Le persone hanno lasciato tutto dietro di se quando sono fuggite, per potersi salvare la vita” Si può leggere in un comunicato della Federazione internazionale delle società della Croce rossa e della Mezzaluna rossa. La giornata di ieri, per i sopravvissuti di Lanao del Norte, è stata la più difficile, molte infatti erano le persone impegnate a seppellire i propri morti, in uno scenario di distruzione e desolazione; intanto i meteorologi prevedono che le piogge, seppur di minor intensità potrebbero continuare a cadere incessantemente, almeno sino a questa sera. Come riferisce la CNN la maggior parte delle vittime è stata registrata a Mindanao, nella provincia di Lanao del Norte ed anche le isole tra cui Payao e Lanao del Sur. “Quando le dighe artificiali non sono state più in grado di reggere alla pressione dell’acqua, le piene improvvise e violente sono scese giù dalle montagne” ha detto Mina Marasigan, portavoce del Consiglio nazionale per la riduzione dei rischi e la gestione dei disastri nelle Filippine.

[embedyt] https://www.youtube.com/watch?v=rR40SBwUsjM[/embedyt]

24/12/2017

CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS

Wordpress (0)